Osteoartrite nei cani e gatti, che cos’è e perché si verifica?

Dolori nelle articolazioni e difficoltà nei movimenti: l’osteoartrite è una brutta malattia. Quasi un quarto dei nostri cani ne soffre, mentre nei gatti la percentuale è ancora più alta. In questo articolo ti spieghiamo che cos’è l’osteoartrite e come si sviluppa nei cane e nei gatti.

Cos’è l’osteoartrite?

Per favorire i movimenti, le estremità ossee sono rivestite di cartilagine. Quando il corpo smette di produrre la cartilagine – per vari motivi – l’animale sviluppa l’osteoartrite. Questo processo in genere avviene gradualmente, a volte durante più anni, ma è soprattutto un processo individuale, diverso per ogni singolo animale. Più la cartilagine si consuma, meno l’osso è protetto, più alto il rischio di proliferazioni ossee alle estremità dell’osso. Queste proliferazioni riducono la flessibilità dell’articolazione e rendono dolorosi i movimenti.

Perché si verifica

L’osteoartrite si verifica per via di infiammazioni (artriti) nell’osso. Queste infiammazioni possono essere causate da svariati fattori, tipo il sovrappeso, infezioni, frammenti liberi all’interno dell’articolazione, una frattura, gravi contusioni o reumatismi. Prima di decidere sul trattamento, bisognerebbe scoprire la causa esatta dell’artrosi. L’osteoartrite nel cane o nel gatto può verificarsi in tutte le articolazioni.

Osteoartrite e esercizio fisico

I movimenti peggiorano l’osteoartrite: l’articolazione si consuma sempre di più. Di conseguenza, per i dolori, il tuo cane o il tuo gatto avrà meno voglia di muoversi, perché più il tuo animale continua a muoversi, più soffrirà. Però, smettere di fare esercizio fisico porterà alla riduzione della massa muscolare, con una accelerata diminuzione della cartilagine e un aumento delle infiammazioni conseguenti, creando così un cerchio vizioso che potrà essere interrotto solo dal trattamento dei sintomi.

Animali anziani e animali giovani

Spesso si assume che solo gli animali anziani soffrano di osteoartrite. Purtroppo non è vero. L’osteoartrite nei cani e nei gatti può verificarsi a tutte le età da 1 ai 5 anni. Anche se il tuo animale domestico è ancora giovane, bisognerebbe stare attenti ai sintomi.

Riconoscere l’osteoartrite nel cane e nel gatto

L’osteoartrite nel cane e nel gatto si riconosce dall’andatura meno sciolta e da difficoltà a alzarsi, camminare o saltare. Per esempio, il cane che non riesce più a salire o uscire dalla macchina, o il gatto che stenta a saltare sul davanzale, mentre prima non faceva nessuna fatica a salirci. Anche improvvise reazioni aggressive al tocco di un punto dolente (ad esempio la schiena), può essere un segno di osteoartrite. Visto che i cani e soprattutto i gatti siano maestri nel nascondere il dolore fisico, bisogna stare particolarmente attenti ai cambiamenti comportamentali del cane e del gatto. Alcuni altri sintomi per riconoscere l’osteoartrite sono:

Trascurare il proprio mantello: visto che muoversi fa male, il gatto non riesce a curarsi bene. Il mantello potrà avere un aspetto poco curato; soprattutto nei punti poco raggiungibili per il gatto, potresti vedere nodi o sporcizia.

Leccare i punti dolenti: I cani tendono a leccarsi le articolazioni dolenti, creando per esempio zone

Poco esercizio fisico: il tuo cane o il tuo gatto sembra poco energico. La causa della sua inerzia sta nei dolori che prova quando si muove.

Sporcare in casa: l’osteoartrite può essere una causa per sporcare in casa, per esempio perché il tuo gatto non riesce ad entrare nella lettiera ad orlo alto, o perché il tuo cane prova dolore nell’alzarsi.

Scoprire e trattare l’osteoartrite

Sfortunatamente, l’osteoartrite è una patologia che non si guarisce, anche se con il giusto trattamento dei sintomi, la riduzione dei dolori potrebbe migliorare significativamente la qualità di vita del tuo amico fedele. In caso di dubbio, chiedi al veterinario di esaminare il tuo cane o il tuo gatto. Tramite la radiografia si potrà scoprire la causa del problema e decidere sul trattamento giusto dell’osteoartrite. Scopri di più sui trattamenti dell’osteoartrite.

Leggi anche:

Da cosa si riconosce il cane sano  
Come puoi sapere se il tuo gatto è in buona salute


Leggi di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sono d'accordo con l'informativa sulla privacy i La informativa sulla privacy descrive cosa accade alle informazioni che ci fornisci. Condividendo le tue informazioni con noi, acconsenti all'utilizzo delle stesse nelle modalità descritte nella nostra informativa sulla privacy. Periodicamente potremmo apportare modifiche o aggiornamenti alla presente informativa sulla privacy. La versione più recente si trova sul nostro sito. Leggi l'intera informativa sulla privacy qui .
‹ back

L'87% dei proprietari nota un risultato

dopo il passaggio al biologic

“Door beter opneembare eiwitten en het ontbreken van kunstmatige geur- en smaakstoffen verdwijnen klachten meestal al naar een maand.”
Wim de Leeuw, Dierenarts in Valkenburg

Dit zit er in ons voer

  • Vee en gevogelte dat genoeg ruimte heeft gehad en is gevoerd met biologisch voer.
  • Op een duurzame manier gevangen vis
  • Groenten en natuurlijke bijproducten zoals Aloë Vera en Omega 3 © 6

Dit zit NIET in ons voer

  • ×
    >Hormonen en antibiotica
  • ×
    >Herbiciden en pesticiden
  • ×
    >Kunstmatige kleurstoffen-, aroma's en andere toevoegingen ×
  • Minder jeuk

  • Minder allergische
    klachten

  • Betere vacht
    en tanden

  • Lagere kans op nier
    en leverschade

img

We testen ons voer niet in grote kille kennels. Sterker nog, we laten onze eigen en andermans huisdieren gewoon lekker thuis proeven.

img

We vinden het niet meer van deze tijd om plofkippen te werken en vlees uit megastallen te halen.

Verkrijgbaar bij:

en online:

Laden...