• 4.9 stelle su 5 dai nostri clienti

Come prendersi cura del proprio animale domestico in modo sostenibile

Sempre più persone guardano al mondo del domani e scelgono di fare la loro parte per un mondo più sostenibile. Lo si può fare in vari modi. Per esempio, modificando la propria casa o guidando un’auto elettrica. Ma anche piccoli passi possono fare la differenza, per esempio prendendosi cura del proprio animale domestico in modo sostenibile. Con questi suggerimenti e trucchi si può già fare una grande differenza.

Impronta di carbonio

Hai mai sentito parlare dell’impronta di carbonio? Questo è un termine che indica l’impronta ecologica che si lascia sulla terra. L’olandese medio ha un’impronta di carbonio di circa 6,2 ettari. Ma in tutto il mondo c’è una media di soli 1,8 ettari disponibili per persona. Per questo è importante fare del proprio meglio per mantenere il proprio spazio il più piccolo possibile. Alcuni dei modi in cui puoi ridurre la tua impronta sono:

  • Mangiando meno carne, pesce e altri prodotti animali.
  • Volando di meno.
  • Usando più spesso i trasporti pubblici invece che l’auto.
  • Migliorando l’efficienza energetica della tua casa e usando l’energia in modo responsabile.

Sei curioso di conoscere la tua impronta ecologica? Sul sito web carbonfootprint.com si può calcolare esattamente quanto si sta lasciando alle spalle e ottenere maggiori informazioni su cosa si può fare per ridurre la propria impronta.

Sustainable pet caring

L’impronta del tuo animale domestico

Non è difficile immaginare che un animale domestico abbia un’impronta ecologica proprio come quella umana. Quanto grande sia questa impronta, naturalmente, dipende da molti fattori diversi. Per esempio, il cibo determina una parte dell’impronta. E un cane di taglia grande mangia semplicemente più di un cane di taglia piccola. Brenda e Robert Vale sono ricercatori dell’Università di Cambridge che si occupano di sostenibilità, impronta ecologica e argomenti simili. Nel 2009, hanno pubblicato un libro controverso chiamato “Time to Eat the Dog? La vera guida per vivere in modo sostenibile”. In questo libro, hanno esaminato l’impronta degli animali domestici, tra le altre cose. Hanno esaminato i costi di produzione del cibo, ma anche le necessità di cui si ha bisogno per un animale domestico. Anche se non è mai possibile stabilirlo specificamente per ogni animale domestico, un cane di taglia grande occupa facilmente 0,36 ettari e un cane di taglia piccola circa la metà, circa 0,18. Per un gatto, si calcola un’impronta di 0,13 ettari all’anno.

Cibo sostenibile per il tuo animale domestico

Quando si calcola l’impronta di carbonio del tuo animale domestico, il cibo gioca il ruolo più importante. Il cibo che mangia il tuo cane o gatto ha il maggiore impatto sull’ambiente. Cani e gatti sono solitamente alimentati con una dieta a base di carne. Per i gatti, la carne è addirittura un requisito. Tuttavia, questo cibo ha un impatto maggiore sull’ambiente rispetto, per esempio, al cibo per conigli e criceti, che è a base vegetale. Come detto, i gatti hanno davvero bisogno di carne. I cani possono seguire una dieta vegetariana, vegana o flexitariana. A volte questo è anche necessario, per esempio, se hanno un’allergia alimentare. Quando si tratta di nutrire il tuo animale domestico, puoi fare scelte diverse per contribuire al mondo che ti circonda. Questi includono:

  • Cibo biologico. Yarrah produce cibo organico per animali domestici. Per potersi avvalere di questo marchio, l’intero processo di produzione dell’alimento è biologico. Questo significa che il cibo soddisfa determinati requisiti legali. Nell’articolo “Cosa si intende per biologico e che cos’è il biologico?” spieghiamo di più su questo argomento.
  • Cibo secco al posto di quello umido. Il cibo secco è molto meno dannoso per l’ambiente e ha anche una durata di conservazione più lunga, il che aiuta ad evitare gli sprechi. Vuoi sapere come? Leggi poi l’articolo: “Cibo umido o secco: qual è la scelta più sostenibile?
  • Marchi di garanzia. Alcuni marchi di qualità si trovano anche sul cibo per animali. Pensate al marchio di qualità Beter Leven per la carne, al marchio di qualità Skal Bio e ai vari marchi di qualità per il pesce. Informati sul significato di questi marchi, potrebbe aiutarti a fare scelte più sostenibili al supermercato.

Pet care sustainable

Accessori per il tuo animale domestico

Quando si accoglie un animale domestico in casa, si devono comprare molte cose diverse, soprattutto all’inizio. Si pensi a una cesta o una gabbia per il cane, una lettiera e un tiragraffi per il gatto. Ma anche ciotole per il cibo, un collare, un guinzaglio, giocattoli e peluche. Sapevi che puoi comprare molte di queste cose di seconda mano? Spesso questi oggetti sono ancora in ottime condizioni! Dai un’occhiata ai siti web che offrono oggetti di seconda mano o visita un negozio di beneficenza. Cercando oggetti di seconda mano si contribuisce ad un mondo migliore e si risparmia anche denaro. Doppiamente vincente!

Ma lo sai che puoi anche fare molte cose da solo? Riutilizzando vecchi materiali si possono creare giocattoli sostenibili. Per esempio, i vecchi rotoli di carta igienica possono essere usati per fare giocattoli per il cibo e le vecchie magliette o lenzuola sono perfette per fare un tappeto da annusare. Vuoi iniziare a creare tu stesso dei giocattoli divertenti e sostenibili? Nel blog “4x giocattoli sostenibili per il tuo cane o gatto” ti diamo qualche ispirazione!

Adottare, non comprare

Durante la pandemia del Corona virus, molti potenziali proprietari hanno preso la strada verso i canili. Se stai pensando di prendere un animale domestico, il canile è un posto meraviglioso per trovare il tuo nuovo compagno. Al canile troverai dolci animali che cercano una nuova casa. È bello dare a questi animali un posto dove stare quando si decide di prendere un “nuovo” animale. C’è molta richiesta di animali domestici e specialmente di cani, che i criminali sfruttano con le cosiddette fabbriche di cuccioli. Spesso nei paesi dell’Europa orientale, i cani sono usati come macchine da riproduzione per produrre cuccioli in continuazione. Questo avviene in condizioni pessime e i cuccioli sono spesso trasportati troppo giovani, con tutte le conseguenze che ne scaturiscono. Se si prende un cane da una fabbrica di cuccioli, come acquirente si continua a peggiorare questa situazione. Quindi, fai la scelta di non farlo e scegli piuttosto un cane al canile.

Non ne hai più bisogno? Regalalo!

Può succedere di non aver più bisogno di certe cose. Pensa per esempio a una grande scorta di cibo perché il tuo animale deve cambiare dieta. Oppure potresti avere alcuni oggetti e accessori che ti sono rimasti quando il tuo animale muore. Ricordati che questi oggetti sono spesso ancora molto utili. Le confezioni di cibo non aperte possono essere donate alla banca del cibo per animali o ad un canile. Cestini, lettiere e giocattoli possono anche essere donati qui. Inoltre, ci sono diverse cosiddette pagine di mercato sui social media. Prima di buttare via il cibo o altre provviste per animali, puoi offrirlo qui per dargli una seconda vita ed evitare di sprecarlo.

L'uomo, gli animali e la natura
Rimani aggiornato leggendo le novità, i suggerimenti e le informazioni Yarrah nel il nostro blog.

Buona giornata degli animali a tutti i nostri amici animali!

La Giornata mondiale degli animali è diventata una celebrazione internazionale per i diritti e il benessere degli animali.

Passeggiate con il cane: tutto quello che c’è da sapere

Come organizzare le migliori passeggiate con il cane vicino a casa? Quali leggi e regole vanno rispettate per portare a spasso il cane?

Zecche del cane. Cosa devo fare?

In Italia le punture di zecca sui cani si verificano frequentemente.